News

Terza Categoria. Porta a Piagge-Freccia Azzurra: 1-3 I frecciati di mister Timpani volano in Seconda

Pisa. Al termine di una stagione entusiasmante guidata in vetta al girone A di Terza Categoria, la Freccia Azzura batte 3 a 1 il Porta a Piagge nel derby e con tre giornate di anticipo sulla fine del campionato conquista la matematica promozione in Seconda Categoria. In 25 partite disputate i frecciati di mister Timpani si sono imposti 22 volte, pareggiando solamente 3 incontri e non subendo nessuna sconfitta. 65 i gol segnati, 16 le reti subite. I numeri spiegano bene l'impresa delle Freccia Azzura. Continua a leggere e vedi le immagini della festa e il ruolino di marcia della Freccia Azzurra campione...

 

 

Così si presentava la squadra ad inizio anno sul profilo facebook Freccia Azzurra - Terza Categoria

 

Informazioni

Siamo una squadra di ragazzi (91' e 92') militante nel campionato di Terza Categoria provinciale. La nostra storia, è una storia alquanto "particolare", quindi vi chiediamo tutto il vostro appoggio!

 

Descrizione

Era un noioso pomeriggio di studio dell'autunno 2012, quando, quasi per scherzo venne detto: "ma perchè non fondiamo una squadra per iscriverci al campionato di Terza Categoria?". Eravamo gia una squadra di calcio a 7 amatoriale, ma l'idea era molto più grande e avvincente di quello che stavamo facendo fino a quel momento, e che forse ci stava troppo stretto. In quel momento però, era tutto un sogno. Tra noi e il nostro progetto vi erano troppi ostacoli, per la maggior parte quasi insormontabili: non avevamo un campo da gioco e nemmeno una società, non avevamo i soldi per iscrivere la squadra, non avevamo il meteriale tecnico, ma dalla nostra parte avevamo la voglia e la "grinta" giusta per affrontare questi problemi.
Col passare dei giorni, la cosa diventò un chiodo fisso nei pensieri di alcuni di noi, portandoci a "correre" per realizzare il nostro sogno. Siamo andati alla ricerca di una società che ci "spalleggiasse" (sia con un campo, sia con un assetto societario), ma che soprattutto ci permettesse di realizzare il progetto fino in fondo, quindi di affidare una squadra a ragazzi di 21\22 anni (allenatore compreso). Le risposte furono molte e varie: "non possaimo lasciare tutto in mano ad un gruppo di ragazzi" , "abbiamo già un allenatore che porta tutto il suo gruppo", "non ci interessa il progetto", "abbiamo già un'ossatura, quindi ci bastano alcuni di voi".. Fino a che, arrivati alla Freccia Azzurra, una delle società storiche di pisa, non si è aperto il primo spiraglio: la situazione societaria era in subbuglio, ma le basi per proseguire con il progetto erano state buttate.
Passati alcuni mesi, la Freccia Azzurra aveva raggiunto un assetto societario stabile, quindi alle porte della primavera 2013, il sogno si stava "avvicinando". A questo punto la "macchina" era stata avviata: abbiamo iniziato a contattare i ragazzi che sarebbero diventati i futuri "frecciati", ricevendo risposte cariche di entusiasmo e di "voglia". Oltre a "plasmare" la rosa, era arrivato il momento di trovare i soldi necessari a far prendere vita a questo sogno, divenuto ormai meno nebuloso, perchè pur mettendoci tutta la voglia a nostra disposizione, era necessario trovare i "fondi". Il periodo però, non è dei migliori, e di conseguenza le attività si guardano bene da "investire" dei soldi in un progetto giovane e pieno di punti di domanda. La soluzione è drastica, ma forse imprescindinile: l'autofinanziamento. Ognuno dei tesserati (allenatori e dirigenti compresi) ha "investito" nel progetto, per poter pagare l'iscrizione al campionato e far proseguire la corsa della nostra "macchina".
Eravamo alle porte dell'estate: avevamo un campo (da sistemare), una società, una rosa (anche se da completare) e avevamo i soldi per far partire il progetto. L'estate 2013, fra un esame e l'altro, è stata spesa per rimettere in sesto il campo e per continuare la ricerca di "investitori" che ci aiutassero nel nostro intento. Giornate passate sotto il sole cocente a tagliare e raccogliere l'erba, a verniciare, annaffiare, pulire e fare tutti quei lavori di cui il "nostro" campo aveva bisogno. In contemporanea, era stato avviato un discorso di sponsorizzazione con SUBWAY: sono stati i primi a credere nel progetto e a contribuire alla causa, fornendoci il materiale tecnico. Ma i soldi non bastavano: dovevamo sistemare la pompa d'irrigazione per il campo, e comprare il materiale per gli allenamenti. Dove potevamo raccogliere fondi, ma soprattutto consensi? Lavorando. Abbiamo organizzato due "braciate", una a Luglio ed una a Settembre, nella quale oltre a farvi mangiare, bere e divertire, abbiamo cercato di trasmettervi lo spirito con il quale abbiamo affrontato questo percorso. Quindi, ognuno di voi che ha partecipato alle nostre braciate, nel suo piccolo ha fatto qualcosa di grande per Noi.
A questo punto avevamo il materiale, il campo, la società, uno sponsor e, cosa più importante, una Squadra.

Un Grazie a tutti quelli che hanno fatto in modo che questo progetto fosse realizzato e alla società, la Freccia Azzurra, che in un momento non troppo felice, ha deciso di ripartire investendo su un progetto giovane, ma ambizioso

 

 

Carlo Palotti

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti   

0 #1 COMPLIMENTIMARCO BERNINI 2014-04-06 20:15
Ciao, sono MARCO BERNINI allenatore del Latignano. Volevo fare i miei complimenti a tutti i componenti della squadra e della società, per questo importante e meritatissimo traguardo. In bocca al lupo per quel domani, che per voi è già cominciato....
Citazione

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna