Commenti

3° giornata: Tirrenia - SPAS Staffoli: 1-0

ARRIVANO I TRE PUNTI PER IL TIRRENIA

TIRRENIA: Romoli, Bardelli (68’ Gemignani), Milazzo, Castelli, Bottai, Pagani, Gerosolmo, Mastria, Rametta, Camporese (61’ Bandini N.), Vivaldi. A disp.: Masi, Bandini A. .All: Lorenzi.
STAFFOLI: Pagni, D’Andria, Pieroni S., Drappa, Pelligrini (56’ Del Confetto), Balsamo, Agnoli, Mazzanti, Cristiani, Orlando, Panichi (56’ Fontanelli) . A disp.: Pieroni A., Ruglioni, Impastato, Toschi, Antoniolli. All.: Balduccelli.
RETI: 34’ Camporese.
AMMONITI: Milazzo, Mastria.


IL COMMENTO
Per il Tirrenia arrivano i primi tre punti della stagione, contro uno Staffoli arrivato a questo appuntamento da capolista e a punteggio pieno. Sul campo non è emersa la differenza che la classifica lasciava presagire, pur tenendo conto che il campionato è appena alla terza giornata. Infatti il Tirrenia ha conquistato i tre punti, seppur con il minimo scarto, meritatamente. Almeno oggi la squadra bianco – verde ha mostrato migliori individualità in tutti i reparti rispetto agli avversari che, da parte loro, hanno prevalso sul piano del possesso palla, per quanto sterile, dando a tratti l’impressione di una migliore organizzazione del collettivo. Nel secondo tempo lo Staffoli, spinto dalla necessità di recuperare, si è riversato costantemente nella metà campo tirreniese ma non è riuscito mai a creare seri pericoli alla porta difesa da Romoli, se non su calci di punizione e angoli.

Buona la partenza del Tirrenia che dopo soli quattro minuti sfiora il vantaggio con un colpo di testa di Rametta respinto dall’estremo difensore avversario. Al 7’ sono ancora i bianco – verdi a rendersi pericolosi con Vivaldi che, dopo aver saltato due avversari, conclude da fuori area trovando la deviazione del portiere. Sull’altro fronte ci prova Mazzanti con un calcio di punizione respinto prontamente da un attento Romoli. Ancora Tirrenia al 22’: Rametta allunga per Camporese che dalla sinistra rimette al centro per Vivaldi il quale non riesce a trovare la giusta coordinazione. Rispondono gli uomini di Balduccelli con Orlandi che, dopo una prolungata azione personale, conclude tra le braccia del numero uno avversario. Al 34’ arriva il goal che decide l’incontro: Vivaldi appoggia al centro per Camporese che di piatto destro, dall’altezza del dischetto, anticipa l’intervento del portiere piazzando la sfera alle sue spalle. Poco efficace la reazione della Staffoli che al 37’ cerca la rete con un tiro dal limite di Orlandi, respinto in due tempi da Romoli, e al 39’ prova, senza successo, a sorprendere la retroguardia tirreniese con una rapida triangolazione tra Orlandi, Agnoli e Cristiani.

Lo Staffoli cerca di riagguantare il pareggio ma il Tirrenia riesce a contenere le avanzate degli attacanti avversari. Al 52’ Agnoli calcia in corsa da fuori area non trovando lo specchio della porta.  Qualche minuto dopo è Orlandi a provarci con un diagonale che termina a pochi centimetri dal secondo palo. Tornano a farsi vedere anche i locali: cross di Milazzo dalla destra, testa di Rametta e palla sul fondo. Al 69’ altro colpo di testa, questa volta di Vivaldi, ancora una volta fuori dallo specchio. Un minuto dopo lo stesso Vivaldi, solo davanti al portiere, gli spara la palla addosso. Gli uomini di Balduccelli provano il tutto per tutto: traversone di Agnoli, palla a Pieroni S. che da posizione laterale calcia fuori. Al 89’, l’incontro si chiude con un contropiede del Tirrenia. Rametta allarga sulla destra per Vivaldi che conclude direttamente tra le braccia del portiere in uscita.


LE PAGELLE

Tirrenia

Romoli 7
: impegnato prevalentemente su calci da fermo, ha sempre risposto con grande sicurezza.
Bardelli 7: il piccolo difensore biancoverde, ha annullato il suo diretto avversario Panichi e ha dato man forte ai compagni di reparto in molte circostanze; è uscito per infortunio. Al suo posto dal 68’ Gemignani: 6.
Milazzo 6,5: dopo un primo tempo opaco, cresce nella ripresa, mostrando carattere e tempismo negli interventi.
Castelli 7,5: anche lui cresce nel secondo tempo e con il passare dei minuti diventa un vero argine davanti alla linea dei difensori; importante il suo contributo anche in fase di rilancio e costruzione del gioco.
Bottai 6: impiegato in marcatura, nel primo tempo su Orlandi e nel secondo su Cristiani, compie il suo dovere senza sbavature.
Pagani 7: il capitano, da libero tradizionale, riesce sempre a spegnere ogni velleità offensiva dello Staffoli.
Gerosolimo 6+: corre avanti e indietro sulla fascia sinistra, difendendo con grinta e attaccando al momento opportuno.
Mastria: 6,5: nel primo tempo vaga spesso senza una precisa collocazione, ma nel secondo tempo diventa decisivo sia in fase di interdizione, sia nelle ripartenze.
Rametta: 7: una spina nel fianco della difesa avversaria.
Camporese 7+: realizza il gol decisivo e mette al servizio della squadra piedi da categoria superiore; difetta solo di continuità. Al 61’ Bandini N. 6.

Vivaldi 6,5: quando parte in velocità non lo ferma nessuno, ma la porta non la vede mai, mancando due occasioni clamorose per chiudere l’incontro.

Staffoli

Pagni 6+
: nel primo tempo mostra indecisione in più di una circostanza, ma nella ripresa salva due volte la porta su Vivaldi lanciato a rete.
D’Andria 6: perde il duello con il suo diretto avversario Rametta, ma complessivamente il suo contributo alla difesa ospite è positivo.
Pieroni S. 5,5: impiegato sulla fascia sinistra, è autore di una prestazione alquanto incolore.
Drappa 5: il suo apporto al centrocampo azzurro è insufficiente. Dal 56’ Del Confetto 5.
Pellegrini 5,5: il Mister lo schiera in diverse posizioni: in marcatura nel primo tempo, poi sulla fascia sinistra e infine a centrocampo nella ripresa; alla fine il più disorientato è lui.
Balsamo 6-: fa il libero, spazzando tutto quello che gli capita a tiro, ma non va oltre.
Agnoli 6-: Sulla fascia destra incrocia Gerosolimo, con il quale dà vita ad un duello grintoso e a fasi altrerne, con leggera prevalenza del Tirreniese.
Mazzanti 6,5: il capitano inizia e termina l’incontro da centrocampista, ma nella fase centrale gioca in marcatura su Camporese, finché resta in campo: tanta generosità ma il n°10 biancoverde ha un altro passo.
Cristiani 7-: anche lui cambia la posizione in campo: nel primo fa il centrocampista, nel secondo la punta, riuscendo sempre ad essere utile.
Orlandi 7: il migliore degli ospiti, quello che riesce ad impensierire maggiormente la difesa avversaria.

Panichi 5: la sua presenza in attacco è evanescente. Dal 56’ Fontanelli 6-.                                                                                                                             Irene Masoni

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna