News

Serie D. A tutta D. La giornata di campionato. La Pistoiese torna tra i Pro. Lucchese sempre in testa con la Correggese. Forcoli vicino alla retrocessione

Pisa. Grande festa per la Pistoiese che dopo cinque anni torna tra i professionisti. Nel girone D Lucchese e Corregese proseguono a braccetto. Il Forcoli agguanta con Lazzarini il pari a Palazzolo ma la retrocessione in Eccellenza appare quasi inevitabile. Anche l'Ancona torna in Lega Pro, dopo il fallimento del 2010

Girone E. Copertina d'obbligo per la Pistoiese che con il 2-2 a Piancastagnaio  trova il punto che le permette di festeggiare la vittoria del campionato con 3 giornate d'anticipo. L'ultimo affresco ad un campionato d'autore non è stata certo una colazione sull'erba,  visto che dopo la rete in avvio di Minicleri la Pianese aveva ribaltato il punteggio nel primo tempo con Poponcini e Ancione. Per rendere però il ritratto perfetto a questa stagione ci voleva la firma di Buglio con una perfetta punizione. Vittoria strameritata con 74 punti frutto di 22 vittorie, 8 pari e una sola sconfitta.

Protagonisti assoluti gli attaccanti Bigoni e Peluso (22 e 14 reti a testa), l'ala Minicleri, il talentuoso Toledo, il giovane Giordani e gli esperti Buglio, Gambadori e Collachioni. Su tutti sicuramente l'allenatore Massimo Morgia che, dopo un bel finale in corsa la stagione precedente, è rimasto in sella migliorando ulteriormente la squadra.

 

Il Foligno si aggiudica lo scontro per il secondo posto contro l'Arezzo con un gol per tempo di Luchini e Chiani. Agli amaranto  resta il terzo posto,  ma sono la grande delusione della stagione non avendo quasi mai lottato per la vittoria finale. Si ferma la corsa dello Scandicci che fa strada alle grandi motivazioni di salvezza diretta del Jolly Montemurlo; la squadra di Settesoldi si impone nel finale con Raimondi e Fabbri.

Il Pari tra Fiesole e Colligiana certifica la salvezza della squadra senese, che è settima a testimonianza dell'equilibrio verso l'alto del girone, mentre il Fiesole non è ancora sicuro dei play-out visto che la vittoria dello Spoleto su l'Ostia Mare ha alzato la forbice a 7 punti.

Un gol di Sciamanna spinge il Flaminia alla vittoria sul Bastia, mentre fa rumore la sconfitta per 2-1del Sansepolcro in casa con il Deruta. Trestina e Gualdo si accontentano e dividono la posta e il Pontevecchio si aggiudica lo scontro tra le ultime con la Narnese.

 

Girone D. qui anche in testa è ancora tutto da decidere e ne Correggese ne Lucchese intendono mollare. I rossoneri di Pagliuca vincono il derby toscano con la Fortis Juventus di Bonuccelli, che potrebbe partire verso piazze importanti a fine stagione, con un gol di Nazareno Tarantino sul tramonto del primo tempo. Gara con poche occasioni ma combattuta e con i fiorentini ridotti in 10 per il rosso a Visibelli. La Correggese fatica decisamente meno e trascinata dalla doppietta del bomber Luppi fa poker nel derby emiliano a Castelfranco Emilia; di Selvatico e Chiurato le altre reti.

La Massese pareggia a Mezzolara e tiene in cassaforte il terzo posto, mentre si riaffaccia in zona play-off l'Abano che un rigore di Cacurio vince lo scontro diretto con il Romagna Centro.

In zona calda il Camaiore non va oltre l'1-1 casalingo, Remedi risponde ad Artiaco, con il Formigine che vede la salvezza diretta. Il Forcoli rimonta a Palazzolo nella gara della stagione ma potrebbe non bastare. L'ottavo risultato di fila ottenuto grazie al gol del solito Lazzerini lascia gli amaranto a 3 punti dai lombardi; ma anche il Palazzolo in questo momento scenderebbe in Eccellenza per 12 punti di distacco dal Fidenza che ha battuto l'Atletico Montichiari. Ultimissima spiaggia per i ragazzi di danesi giovedì prossimo nell'anticipo pasquale, tutte le gare si giocheranno alle 15:00, contro la Fortis Juventus.

Importantissimo successo per 2-1 anche per il Sancolombano , doppietta di Albertini, su un'Imolese ormai tranquilla. Il Riccione rimedia l'ennesima figuraccia e la Clodiense ringrazia.

 

Giro D'Italia. Oltre alla Pistoiese può festeggiare solo l'Ancona. La squadra marchigiana aveva pareggia un po' a sorpresa sabato nell'anticipo al Del Conero con la Recanatese, ma lo 0-0 di ieri del Matelica con il Celano può dare il via alla festa. L'Ancona torna tra i professionisti dopo il fallimento del 2010, i biancorossi si erano salvati sul campo in serie B, poi la ripartenza dall'eccellenza e questa vittoria mai messa in discussione: 71 punti, una sola sconfitta e 64 gol fatti contro gli appena 15 subiti; miglior difesa di tutta la categoria. Il gol promozione porta la firma di Pizzi, mentre il condottiero è stato l'ex bomber Giovanni Cornacchini che ha dimostrato di saperci fare anche come allenatore.

Vicini al trionfo anche il Savoia nel girone I, pareggio 1-1 a Montalto, e la Pro Piacenza che nel girone B cade incredibilmente in casa con il Mapello, ma l'Inveruno non ne approfitta e resta a -8 perdendo in casa dal Serate. Nel girone A, invece il Giana Erminio non va oltre lo 0-0 ad Aosta e il Borgosesia con il poker di sabato alla Novese si porta a -5, anche se mancano solo 3 partite alla fine.

Il Taranto (girone H)batte 2-1 il Francavilla nel catino dello Jacovone e tiene a -3 la Turris e il Matera che ha vinto lo scontro diretto a Marcianise. Altro cambio al vertice nel girone G dove la Lupa Roma scavalca il Terracina, sconfitto 2-1 a Budoni,  e si riporta in vetta alla classifica con il San Cesareo quasi fuori dai giochi con la sconfitta di misura sul campo della Maccarese. Grande equilibrio anche girone C dove Pordenone e Marano restano in testa a pari punti.

 

Andrea Chiavacci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna