News

Lega Pro. Siena Vs Pisa, si accendono le luci sul derby. Gattuso: "Dobbiamo fare una grande prestazione come a L'Aquila"

Pisa. Da una parte il Pisa secondo in classifica che deve tornare a vincere in trasferta dopo due pareggi, dall'altra il Siena che ormai vede allontanarsi i playoff ma vuole scendere dalle montagne russe e dare continuità almeno in questo finale di campionato...

La sfida del Franchi, fischio d'inizio di Andrea Tardino alle ore 18 di giovedì 24 marzo, è fondamentale per i nerazzurri per non perdere di vista la Spal e per riallungare sulla Maceratese che ha sconfitto il Prato. Gattuso nella conferenza stampa pre partita è molto arrabbiato perché ad ogni vigilia importante rimbalza il caso fidejussioni e vuole che l'attenzione dei suoi giocatori sia spostata esclusivamente sul campo:"Troviamo un Siena ferito ma che in casa ha ottenuto i risultati migliori. Dobbiamo fare una grande prestazione come a L'Aquila". Sugli episodi Gattuso ha detto: "Non capisco di cosa si lamenta la Spal, a noi manca il gol regolare di Mannini sabato scorso". A Siena mancherà Lores Varela per squalifica e potrebbe scoccare l'ora di Peralta dal primo minuto. Molto dipenderà dal sistema di gioco, se si torna al 3-5-2 sarà difficile l'impiego del fantasista livornese con origini argentine più a suo agio nel 4-3-3 o nel 4-3-1-2. Ricci tira la carretta da inizio anno ed è in diffida ma non rifiaterà, visto l'importanza della gara e le difficoltà a centrocampo anche se Tabanelli sta ritrovando la condizione. In difesa potrebbero esser confermati Crescenzi, Polverini e Fautario. Davanti Eusepi e Cani in pole ma scalpita anche Montella. In porta ci potrebbe essere la sfida tra Bindi e Bacci che a gennaio si sono scambiati le maglie. Ovviamente posto sicuro per il nerazzurro, mentre Bacci potrebbe a sorpresa sostituire Montipò impegnato in questi giorni con l'Under 20. Il Siena potrebbe puntare sul 3-5-2 ritrovando Celiento in difesa e Sacha Cori in attacco. In panchina l'ex mister nerazzurro Guido Carboni, dopo esser subentrato ad Atzori, non è riuscito a rimettere in carreggiata una squadra trasformata dal mercato di gennaio e chiamata alla prova d'orgoglio dopo il clamoroso Ko con la Lupa Roma.

Precedenti. Le due squadre non si affrontano in campionato a Siena dalla stagione 1999-2000. Un colpo di testa di Gil Voria beffò Mauro Rosin in pieno recupero. A fine stagione bianconeri in B e il Pisa di D'Arrigo sconfitto in semifinale playoff dal Brescello. Il Pisa non vince a Siena dalla stagione 1986-87 quando in Coppa Italia espugnò lo stadio Rastrello con un gol di Giovannelli. In campionato su 22 precedenti 8 vittorie del Siena, 10 pareggi e 4 successi del Pisa. L'ultimo nella stagione 1976-77 in serie C per 3-2 con reti di Cappanera, Colusso e l'indimenticabile Giorgio Barbana con il suo numero 7. L'ultima sfida ufficiale venne vinta dal Siena nella Tim Cup 2013-2014 per 4-1 contro il Pisa di Dino Pagliari.

 

Andrea Chiavacci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna