News

LEGA PRO - Il punto sulla giornata di Prima e Seconda Divisione Pontedera in festa, Pisa ritrova i play-off!

2013 - logo lega proPisa. Il Pisa batte con merito il Benevento ed approda ai play-off, traguardo difficile da raggiungere dopo il ritorno in panchina di Dino Pagliari, assoluto protagonista della rinascita nerazzurra. In Seconda Divisione il Pontedera regola 4-1 il Martina e fa passerella davanti al proprio pubblico, dopo la promozione conquistata la scorsa settimana...

 

Prima Divisione girone B classifica risultati

Seconda Divisione girone B classifica risultati

 

2013 - logo ac pisaPrima Divisione. Quando una squadra arriva a giocarsi uno spareggio, e quello di ieri anche se con 2 risultati su 3 a favore lo era, serve concentrazione, determinazione e rabbia; il Pisa questi ingredienti li ha messi tutti, il gioco poi vien da se. Questo non deve apparire limitativo per la squadra di Pagliari, anzi, i nerazzurri hanno ben dialogato ed hanno blindato la difesa davanti ad un Sepe insuperabile.

Prima di tutto la testa: l'espulsione ingenua di Mingazzini poteva far aleggiare vecchi fantasmi ed invece il Pisa ha subito colpito con un eurogol di Sabato. Nei 5 minuti di recupero del primo tempo, la seconda mazzata al Benevento la dà Scappini con un intervento in spaccata su punizione di Favasuli; proprio al momento giusto. Il Benevento è squadra forte, guidata in campo dall'estroso Montiel, ma il Pisa controlla bene e sfiora anche il tris nella ripresa pur soffrendo soprattutto sulle palle inattive. La parità numerica, ristabilita per il fallo da ultimo uomo del portiere Gori su un travolgente Gatto, portava ulteriori certezze al gruppo di Pagliari che poteva inchinarsi davanti alla Curva Nord che lo acclama.

pisa coreografia

Questo è un altro fattore importante: il ritrovato feeling con il pubblico, i cori costanti per tutta la gara, il saluto dei giocatori seduti ad applaudire davanti alla curva stille Borussia Dortmund. Cartoline da un Arena in festa, pronta alle sfide cruciali. Nei play-off il gap tecnico si azzera e la grinta, l'entusiasmo, la concentrazione, uniti ad un ambiente "caldo" ed abituato a certe "battaglie" può fare la differenza.

GUARDA LA SINTESI DEL MATCH a cura di pisachannel.tv

 

Il resto della ciurma... Domenica prossima la sfida del Partenio sarà praticamente un'amichevole. Il Pisa è già nei play-off e l'Avellino è tornato in Serie B grazie alla vittoria di Catanzaro. Il figlio d'arte Zigoni suggella, ad un quarto d'ora dalla fine, una trionfale stagione per gli uomini di Rastelli. L'Avellino ha meritato per continuità questa vittoria, frutto della programmazione: dopo il fallimento del 2009 è la terza promozione in quattro stagioni per i verdi, ripartiti come il Pisa dalla D quella stessa maledetta estate. Miglior attacco con 48 gol, Castaldo e Biancolino sono una garanzia, miglior difesa con 24 al passivo. Numeri di un successo incontestabile, nonostante i tanti rigore a favore. Il Perugia si conferma secondo, e resta ad oggi il probabile avversario del Pisa in semifinale, grazie al 3-0 rifilato al Prato, con doppietta di un redivivo Tozzi Borsoi e gol di Nicco. La Nocerina con lo stesso punteggio liquida la Carrarese al San Francesco con reti di Andelkovic, Mazzeo e del bomber Evacuo, alla sedicesima rete stagionale. L'altra squadra nella griglia play-off, il Latina, ne fa addirittura 4 ad una Paganese già salva. Si salva anche il Gubbio che va a vincere ad Andria per 2-1, decisivo Bazzoffia nel finale. Il Viareggio non approfitta delle sconfitte di Prato e Catanzaro, rimediando 4 schiaffoni a Barletta. Completa la disfatta Giovinco che sbaglia un rigore. Rischia addirittura l'ultimo posto la Carrarese, dopo il 4-2 del Sorrento a Frosinone, anche se i marmiferi hanno gli scontri diretti in vantaggio nei confronti dei Campani. Finalmente si è segnato tanto: addirittura 28 reti, record stagionale, e nessun pareggio.

 

 

logo pontederaSeconda Divisione. Il Pontedera si tinge la testa di granata e festeggia al Mannucci la promozione in Prima Divisione. A giochi fatti c'è meno tensione ma gli uomini di Indiani non regalano nulla al Martina, nella ripresa lo travolgono per 4-1. Dopo il Vantaggio di Arrighini al 13', gli ospiti pareggiavano al 40' con Anaclerio e sbagliavano poco dopo un rigore con Gambino: Lenzi, che sostituiva ottimamente Leone, respingeva.

Nel secondo tempo si scatena Grassi che raddoppia subito su cross di Ortolan. Alla fine c'è gloria anche per il forte difensore Vettori e per Gregorio, sempre utile anche quando parte dalla panchina come ieri. Adesso resta l'ultima partita a Gavorrano e poi si può già programmare il futuro. Il Martina invece, dopo esser stato a lungo in zona play-off, rischia tantissimo e si giocherà la salvezza domenica prossima, in casa contro il Borgo a Buggiano, al quale basta un pari dopo il successo per 2-0 sul Melfi.  

orrico corradoDisperata la situazione del Gavorrano, sconfitto 2-1 dalla Salernitana all'Arechi; la gara era nell'occhio del ciclone dopo la denuncia di tentata combine da parte dell'attaccante granata Mounard. La società maremmana si è già dichiarata estranea ai fatti. La squadra di Orrico deve ora battere il Pontedera e sperare nei passi falsi di Lamezia o di HinterReggio per andare almeno ai play-out.

In zona play-off il Poggibonsi pareggia 0-0 a L'Aquila e viene agganciato dal Teramo andato a sbancare Foligno. I giallorossi senesi conservano però il vantaggio negli scontri diretti e domenica prossima ospiteranno proprio il Foligno, sempre coinvolto nella lotta per non retrocedere. Il Teramo se la vedrà con una Salernitana petr niente demotivata, nonostante il campionato l'abbia vinto da parecchio tempo.

 

 

Andrea Chiavacci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna