Interviste

PRIMA DIVISIONE - La corsa play-off del Pisa. Pagliari: "Ad Avellino partita vera senza pressioni"

2013 - logo ac pisaPisa. Mister Dino Pagliari non si lascia deconcentrare dal traguardo play-off raggiunto in anticipo, guarda così all'ultima di campionato in casa dell'Avellino neo-promossa in Serie B: "Al Partenio sarà una gran bella partita tra due squadre felici per i rispettivi obiettivi raggiunti. Questo non vuol dire che non la prepareremo come al solito". Si vede che Pagliari ci tiene a far bella figura, anche se ovviamente gli preme di tutelare chi è in diffida e lanciare chi ha avuto meno spazio...

Prima Divisione girone B classifica risultati

 

dino pagliari"Domenica ci sarà spazio per chi ha giocato meno e come tutti ha dimostrato professionalità nella stagione. Non posso fare un turn over completo con i diffidati per un discorso numerico".

Sull'importanza di un attaccante come Tulli, poco utilizzato nella sua gestione, Pagliari non ha dubbi: "Giacomo è un giocatore importante, e lo ha dimostrato come altri anche quando è partito dalla panchina. Possibile che domenica trovi spazio".

Ci dovrebbe esser posto per Pugliesi in porta, anche se Sepe giocando centrerebbe il record dell'unico giocatore del girone presente in tutte le 34 partite disputate. Carini potrebbe rientrare al centro della difesa e Lucarelli fare il suo esordio dal primo minuto; tutti disponibili tranne Fondi: "Lo recuperemo con calma, oggi ha lavorato a parte".

A questo punto Pagliari puntualizza con orgoglio: "Tutti i giocatori a disposizione in queste cinque partite hanno disputato almeno un minuto, segno che tutti fanno parte integrante del gruppo".

 

 

 

Il mister fa un passo indietro e torna sulla grande vittoria con il Benevento: "Un successo meritato e voluto fortemente. Ringrazio il pubblico per i cori verso la fine della partita, anche mia figlia dalla tribuna si è molto emozionata".

Sul cambio di passo sotto la sua guida tecnica: "I play-off li abbiamo meritati, non solo per i 15 punti in 5 partite ma anche perchè abbiamo subito poco il gioco degli altri prendendo appena 3 reti, 2 delle quali su rigore".

Sul grande ritorno in campo di Colombini nelle ultime due gare dopo due domeniche in cui non era stato convocato: "Colombini non era certo ai margini della squadra, veniva utilizzato meno ma il suo contributo è importante e domenica scorsa lo ha dimostrato con una grande prestazione. La linea difensiva è cambiata sempre, ora giocano meno Pedrelli e Benedetti. Sono scelte che faccio prendendo in considerazione diversi aspetti che mi servono per mandare in campo la miglior formazione possibile".

 

 

Andrea Chiavacci

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna