Commenti

GIOVANISSIMI REGIONALI - Navacchio Zambra-Scandicci: 1-1

San Lorenzo alle Corti. In un campo al limite della praticabilità, il Navacchio Zambra pareggia in rimonta sullo Scandicci offrendo una buona prova sul piano del gioco.

 

Giovanissimi Regionali girone B classifica risultati

 

Pisa-San Miniato

Ghelardoni segna direttamente da corner e lancia il Pisa (2-1)

 

PISA 1909: Bertucci; Bini, Squarcini, Bunjevac, Cirillo; Ceragioli (12’st Ambrogetti), Matteo Marcon, Sodini (34’st Alberti), Ghelardoni (35’st Lagarija); Giacomin, Giusti. A disp. Dei, Bonacchi, Signorini, Tosi. All. Guelfi.

GIOV. SAN MINIATO BASSO C.: Matteoli; Fattori (30’st Colangelo), Cantini, Latini, Langone (27’st Massimi); Rovai, Bechini (32’st Borici), Talini (23’st Settesoldi), Pacella; Rinaldi, Gentili. A disp. Fabio. All.Veracini.

ARBITRO: Lucia Giuseppe di Pisa

RETI: 2’pt Ghelardoni, 3’st Giusti, 20’st rigore Gentili.

NOTE: giornata ventosa e fredda, ammoniti Cirillo (P), Marcon (P), Fattori (SM), angoli 4-1 per il Pisa.

 

Successo molto prezioso per la classifica ed assai meno facile del previsto (come indica lo stesso risultato finale di 2-1) per i Giovanissimi ’95 dell’AC Pisa 1909 contro un buon S.Miniato Basso, compagine di bassa classifica, ma oggi in grado di impensierire i più quotati avversari.

Rispetto ad altre occasioni, i ragazzi di Guelfi risultano più pratici e cinici che belli da vedere. Nel primo tempo i nerazzurri faticano molto a costruire gioco e azioni da gol, un po’ per l’aggressività degli avversari a centrocampo e un po’ per il forte vento, che a tratti rende difficile il controllo del pallone. Ci pensano tuttavia Ghelardoni (che, in apertura, segna direttamente da corner!) e Giusti (a inizio ripresa), ad indirizzare il risultato con due pregevoli giocate. Nel corso del secondo tempo, poi, sul piano del gioco le cose migliorano, e la squadra di casa riesce a confezionare alcune apprezzabili azioni corali, con le quali va molto vicina alla terza segnatura.

I giallorossi ospiti si battono con caparbietà su tutti i palloni e creano problemi agli avversari, dimostrando di valere più di quanto indichi la posizione in classifica. Nel primo tempo, sullo 0-1, sfiorano il pareggio; nella ripresa, sotto di due reti, non si arrendono e accorciano le distanze, tenendo viva la partita sino al fischio finale.

 

Calcio d’inizio e il Pisa si riversa subito in attacco. Sul primo corner (1’) colpo di testa di Bunjevac e respinta di pugno di Matteoli.

Un minuto dopo nuovo corner e c’e’ la prodezza di Jacopo Ghelardoni. Il mancino nerazzurro si incarica della battuta e inventa una traiettoria tesa, a rientrare, resa più veloce ed imprevedibile dal vento, che, con portiere e difensori sorpresi e incapaci di intervenire, va ad infilarsi nell’angolino del secondo palo.

Ottenuto subito il vantaggio, il Pisa si fa prudente, aspetta gli avversari  e cerca, peraltro senza molta efficacia e brillantezza, di ripartire in velocità. Sull’altro fronte, la reazione del San Miniato stenta a decollare, appare assai confusa e sterile. Così la cronaca, nella fase centrale del primo tempo, offre pochi spunti, si lotta molto a centrocampo e scarseggiano le conclusioni a rete. Ci prova di nuovo da corner Ghelardoni, con il pallone che non va lontano dal secondo palo (23’). Lo stesso Ghelardoni confeziona un paio di assist molto invitanti, tra il 24’ e il 27’: sul primo la difesa ha la meglio, sul secondo Giusti va al tiro, troppo debole e centrale.

Gli ultimi minuti vedono invece la pressione insistente del S.Miniato Basso che sfiora in modo clamoroso il pari in due circostanze. Al 31’, su cross da calcio piazzato, il difensore centrale Latini, in sganciamento offensivo, di testa coglie la parte superiore della traversa. Al 35’, su azione analoga, di nuovo Latini anticipa tutti di testa, stavolta confezionando un assist d’oro per Rinaldi, che a due metri dalla porta, tira sopra alla traversa.

 

Anche nel secondo tempo c’è la partenza fulminea del Pisa: tre minuti e arriva il 2-0. Pallone centrale per Giusti che, al limite dell’area, brucia sul tempo Latini e, poi, decide di andare al tiro: destro potente e preciso, diretto proprio nell’angolino.

Il San Miniato Basso sembra accusare il contraccolpo, mentre i ragazzi di Guelfi sono decisamente più sciolti nella manovra, tanto da sfiorare in modo netto in almeno due circostanze il terzo gol. Al 12’ Ghelardoni apre sulla fascia destra per lo scatenato Bini, che fa fuori Langone e mette a centro-area per Giacomin: tiro di prima intenzione forte ma appena sopra la traversa. Due minuti dopo, Giusti tocca in profondità ancora per Giacomin, che supera in dribbling il portiere in uscita disperata, ma poi da posizione decentrata non riesce a inquadrare lo specchio della porta.

Quando la partita sembra ormai in mano pisana, al 20’ arriva il gol dell’1-2 degli ospiti sanminiatesi, su calcio di rigore. Il penalty viene concesso per un netto atterramento in area di Gentili da parte di Squarcini, al termine di una bella azione di contropiede in combinazione Rinaldi-Gentili. Lo stesso Gentili si incarica della trasformazione vincente. I giallorossi non hanno però la forza per l’assalto finale alla ricerca del pareggio, e i nerazzurri possono così difendere senza problemi il prezioso vantaggio nel quarto d’ora finale.

 

Curioso ed inusuale episodio nell’intervallo tra primo e secondo tempo. Il direttore di gara, evidentemente indispettito per i commenti sulle sue decisioni da parte di alcuni spettatori nel corso della prima frazione, si è portato sotto la tribuna stessa, per chiedere con toni molto decisi, maggior rispetto per il suo operato.

 

Pisa-Castelfranco 2-0

PISA (4-3-2-1)
Bertucci,
Bini Bunjvac Squarcini Timpano,
Sodini Manzani Marcon,
Bonacchi,
Giusti Giacomin
 
Dopo l opaca prestazione di Mercoledi a Cecina il Pisa cerca il riscatto,senza 4 giocatori squalificati ,i presenta al cospetto di un castelfranco che non vuol perdere la corsa per le prime posizioni.
fin dal primo minuto mette in campo una maggior padronanza del gioco ma senza essere pericoloso, sembra una gara  messa male visto che nel giro di 10 minuti ( 15° e 20°) si infortuniano Manzan e Timpano che si vanno ad aggiungere alla lista degli assenti , ma al 25° Giusti entra in area e un difensore l atterra ; rigore, va suk dischetto capiata Bunjevac ma il portiere è bravissimo a deviare il tiro nell angolino.
al 30° da una punizione dal limite Bonacchi centra la traversa e sulla ribattuta ,Sodini, incredibilmente alza il trio a 2 metri dalla porta.
si va al riposo sullo 0-0 senza che la squadra avversaria abbia  mai impegnato Bertucci.
secondo tempo sulla falsariga del primo con il Pisa sempre nella meta campo del Castelafranco .
al 15° Sodini dopo una penetrazione entra in area e appoggia a Giusti , tiro pronto ma il portiere si esibisce in una bellisssima parata.
ma niente puo al 20° quando Giusti prende palla al vertice dell area si accentra e dal limiti infila a girare sul secondo palo. bellisimo gol
in chiusura Giacomin infila ii gol sicurezza tra due avversari.
nel complesso partita dominata dal pisa e mai pericolosi gli avversari

Pisa 1909-Antignano Banditella: 1-1, 19ª Giornata

PISA 1909-BANDITELLA: 1-1

 

PISA 1909 (4-4-2): Bertucci, Ambrogetti. Squarcini, Sodini,Timpano, Ceragioli, Marcon, Mangani (Giacomini), Cirillo (Cornacchia), Ghelardoni, Giusti.

BANDITELLA (4-4-2): Minichiello; Morganti, Torre, Palagi, Di Graddia (Zullo); Nannipieri (Gemini), Corrieri (Biso), Salvini, Mazzinghi (Giulianetti); Lucchesi (Marconi), Pagni. A disposizione: Mascambruno, Picanza.

RETI: Nannipieri,Giusti.

 

Putignano. Giusto pareggio sul campo di Putignano fra Pisa e Antignano Banditella, al termine di un incontro sostanzialmente equilibrato in cui, alla superiorità tecnica dei padroni di casa, ha fatto riscontro la notevole solidità complessiva degli ospiti. Dopo una fiammata iniziale, con cui le due squadre si sono scambiate il botta e risposta dell'uno a uno finale, la partita ha trovato un suo assetto stabile, con i nerazzurri costantemente impegnati nella costruzione del gioco ma poco precisi nelle conclusioni, e i livornesi molto concentrati nella fase difensiva e sempre pronti a cercare il contropiede. Nella ripresa, man mano che il campo pesante si faceva sentire nelle gambe, la maggior fisicità dell'AB ha cominciato a fare premio, e nel finale i labronici hanno perfino rischiato di fare il colpaccio. Ma sarebbe stato troppo. Partita disputata su un campo traditore, molle e appiccicoso, col fondo irregolare quanto basta per disturbare il gioco.

Fischio d'inizio pochi minuti di studio, poi (6') Antignano subito in vantaggio: Mazzinghi lavora un buon pallone sulla fascia sinistra e mette in mezzo per l'accorrente Nannipieri che, tagliando dalla destra, vince un contrasto con il suo marcatore e batte imparabilmente a rete dal dischetto del rigore (0-1).
Il Pisa non ci sta e agguanta subito il pareggio (11'): lungo lancio dalla destra di Ambrogetti verso il centro area, dove Giusti approfitta di un'indecisione della difesa livornese e supera Minichiello con un pallonetto (1-1). Sull'abbrivio i padroni di casa sfiorano anche il vantaggio (12'): una bella girata sforbiciata volante del solito Giusti su cross da calcio d'angolo è respinta sulla linea da Nannipieri - ancora lui - a portiere battuto. Il resto del tempo vede i nerazzurri insistere negli attacchi sotto la spinta dell'ottimo Ghelardoni, che muovendosi bene fra le linee ispira con continuità la manovra offensiva dei suoi, e per almeno tre volte i tiri di Bini, Giusti e dello stesso Ghelardoni sibilano pericolosamente a lato della porta difesa da Minichiello. L'AB non perde la calma e, dopo aver ribattuto colpo su colpo con azioni di contropiede, poco prima dell'intervallo sfiora a sua volta la rete con una girata di Pagni che esce a fil di palo.

Al rientro in campo ,l uscita dal campo del pericoloso Giusti ,per un piccolo infortunio, la spinta del Pisa si affievolisce. L'Antignano guadagna campo e fiducia, e addirittura, al 10', troverebbe il gol del vantaggio. Pagni, ben imbeccato da Mazzinghi, controlla bene in area e fa secco il portiere avversario, ma l'arbitro (buona la sua direzione) annulla per fuorigioco. Nei minuti successivi, con il susseguirsi dei cambi e l'affiorare della stanchezza, il gioco si fa più confuso: a centrocampo aumentano i batti-e-ribatti e nelle aree si accende qualche mischia senza esito. Le difese continuano a soffocare i contrapposti attacchi, e anche i calci piazzati non sono sfruttati a dovere dalle due squadre. In chiusura (35') l'ultimo lampo è dei livornesi: una bella azione volante Biso-Pagni-Gemini è conclusa da quest'ultimo con un gran tiro a volo destinato all'incrocio dei pali. La spettacolare risposta di Bertucci salva i padroni di casa da una immeritata sconfitta.

 

MIGLIORI IN CAMPO

PISA 1909: Bertucci tra i pali sempre attento, Ghelardoni ispiratore, Giusti ottimo primo tempo, Ambrogetti buona gara.

ANTIGNANO BANDITELLA: Nannipietri su tutti, per il gol e per il salvataggio sulla porta.


TORNA ALLA PAGINA DEI RISULTATI

 

 

 R.G.

Fucecchio-Pisa 1909, 17ª Giornata

FUCECCHIO-PISA 1909: 0-0

PISA (4-4-2): Bertuccelli, Ambrogetti, Bunjevac, Squarcini, Timpano, Ceragioli, Marconi, Sodini, Cirillo, Giusti, Lagarja.


Fucecchio. Si recupera l'ultima del girone di andata e il Pisa cerca di far sua la gara fin dal primo minuto cercando di pressare alto per mettere in difficoltà la forte difesa del Fucecchio.

Sugli esterni spingono forte Ceragioli e Cirillo per mettere in azione il sempre pericoloso Giusti e in difesa capitan Bonjevac tiene alta la squadra con una ottima prestazione, ma nonostante il primo tempo sia quasi sempre giocato nella meta campo del Fucecchio, il Pisa non riesce a trovare il gol. Solo Giusti al 10' del primo tempo con un tiro dal limite e Lagarja al 15', hanno un'occasione ma in entrambi i casi fa buona guardia il portiere avversario.

Il secondo tempo, dopo un primo assalto del Fucecchio, è la falsariga del primo dove è il Pisa a fare la partita, ma al quarto d'ora il gol sembra una cosa fatta, da un lancio di Bonjevac a saltare la difesa avversaria si inserisce il velocissimo Giusti che solo davanti al portiere invece di tirare cerca di rientrare sul destro e permette ai difensori avversari di recuperare. Al 25' entra Cornacchia al posto di Giusti e mette subito in difficoltà la retroguardia del Fucecchio, che con un intervento al limite del rigore si salva.

0-0 un punto d oro sopratutto per il Fucecchio, mentre il Pisa resta secondo a 3 punti dalla capolista Follonica.


TORNA ALLA PAGINA DEI RISULTATI

 

R.G.